La manutenzione dopo l'estateLa manutenzione dopo le vacanze non deve mai essere trascurata.

Le vacanze sono finite e ormai traffico e circolazione dei veicoli sono tornati ai livelli abituali. Dopo la bella stagioe è il caso di verificare lo stato di manutenzione della nostra auto.
Succede tutti gli anni: le stagioni si alternano e le nostre auto le avvertono. Magari non come le avvertiamo noi, ma non si deve pensare che per il solo fatto di essere dei mezzi meccanici siano immuni dai mali di stagione.
Spesso le vacanze sottopongono i nostri veicoli a un utilizzo più intenso, magari in condizioni più critiche, costrette a lunghe code sotto il sole, a forti dislivelli in montagna, a tragitti lunghi per i fortunati che possono permettersi mete esotiche con la propria auto.
In generale il ritorno alla normalità è indolore, ma non si deve trascurare lo stato delle nostre vetture alla fine dell’estate: omettere i controlli all’inizio dell’autunno non farà altro che rimandare i problemi all’autunno successivo, compromettendo l’affidabilità e la sicurezza del nostro mezzo di trasporto che, non dimentichiamolo, spesso è anche uno strumento di lavoro.
Ecco dunque qualche aspetto a cui dedicare le nostre attenzioni prima dell’arrivo dell’inverno, prima che le autofficine siano prese d’assalto per il cambio delle gomme e quando la manutenzione può essere programmata senza doverlo fare in emergenza.

VERIFICA LA BATTERIA

Le temperature elevate dell’estate mettono a dura prova la batteria; gli impianti di ventilazione lavorano più a lungo e a regimi più elevati, ma non solo, il clima caldo, l’esposizione al sole possono provocare evaporazioni nei fluidi della batteria compromettendone funzionamento e durata. Mediamente una moderna batteria dura circa 5 anni, se non è ancora stata controlata, questo è il momento migliore per farla verificare.

SOSTITUISCI LE SPAZZOLE

Una prolungata esposizione al sole provoca una vera e propria “cottura” delle parti in gomma del tergicristallo, ma non solo: gocce di resina cadute dagli alberi, un fenomeno comune nelle nostre regioni balneari, possono deteriorare le spazzole in modo irreparabile. L’arrivo dell’autunno è destinato a portare piogge e di conseguenza il ricorso ai tergicristallo sarà maggiore. Un tergicristallo screpolato o, peggio ancora, con la gomma sfilacciata è una fonte di potenziale rischio perché sotto l’acqua non riesce a garantire una visibilità sufficiente. Questo è il momento più indicato per sostituire i tergicristallo.

CONTROLLA LAMPADE E LUCI

Nei climi piovosi, quando le giornate si accorciano e l’illuminazione solare si riduce, essere ben visibili è fondamentale per la propria sicurezza e quella degli altri. Accertati che tutte le lampadine siano funzionanti, ma non limitarti a questo. La sabbia, la salsedine, l’esposizione diretta ai raggi ultravioletti nelle giornate estive sono gli agenti che provocano il degrado delle plastiche dei fanali. Falle controllare ed eventualmente fai ripristinare la loro trasparenza. Oltre a un fattore estetico sono un importante elemento nella sicurezza passiva!

CAMBIA L’OLIO
L’olio motore è il sangue dell’organismo della tua auto. La guida in condizioni di frequenti partenze e arresti sottopone gli organi meccanici a uno sforzo più intenso e di conseguenza sottopone i lubrificanti a un degrado più rapido. Verifica sul libretto di uso e manutenzione della tua auto qual è la frequenza dei cambi d’olio e provvedi adesso, quando i viaggi in città diventano più frequenti.

C’È ALTRO?

In generale, fai mente locale sugli interventi di manutenzione che hai fatto eseguire di recente. Se qualcosa è destinato a guastarsi, lo farà quando pioverà, o farà freddo, o quando avrai bisogno dell’auto e non potrai rinunciarvi. Affidati sempre a un’autofficina affidabile, non importa quale, e ricordati che se vuoi fare una visita alla de-ba, i visitatori del nostro sito godono sempre di un trattamento di favore con sconti speciali.

L’estate sta finendo: la manutenzione d’autunno. - Ultima modifica: 20 settembre 2016 - Autofficina de-ba